“La solitudine è sofferenza maledetta non quando si è soli ma quando si ha il sentimento di contar niente per nessuno.” (E. Bianchi)

Dico io, ma perché quando incontri una tua amica, solo di recente in una relazione, diciamo stabile, ti deve far sentire come ‘depressa’ (tralasciamo l’abuso di questa parola senza contare la sua definizione clinica), perché tu non lo sei?

Per il solo fatto che tu non hai una relazione rientri nella categoria delle ‘poverine’, ‘abbi pazienza’, ‘ce la farai’.

Ma ce la farai per cosa? è una gara? Uno sforzo?

Sono tornata a casa e mi sono detta, ma dovrei essere depressa? dovrei piangere ogni sera come l’amica di Lecce perché non frequento uno?

Sinceramente no.

Sinceramente mi dispiace per te che hai bisogno di un uomo per essere felice.

Certo, quando sono giù penso anche a questo, ma non è la mia ragione per essere giù di morale. Voglio dire, le giornante no ce le hanno tutti e ovviamente in quelle giornate nel calderone ci metti un po’ tutto quello che ti manca, però non direi che quella sia l’unica ragione. Avessi quello ci metterei il lavoro o quell’amica che è sparita o qualcosa in famiglia che al momento non va.

Se cerchi su internet solitudine, sotto immagini, ti trovi una sequenza di foto tristissime e niente di vagamente positivo. Ma perché? La solitudine è anche ricchezza, è conoscenza, conoscenza di sé. La solitudine, nel senso di saper stare da soli, è stupenda. Quando ci si sente soli con altra gente, questo è triste, ma è ben diverso!!

Un bel tramonto, soli, a braccia aperte come nella foto in evidenza e magari un bicchiere di vino bianco e la brezza estiva. Triste eh? Tristissimo! E chi vi dice che non potete godere di un bel tramonto da soli? Di un buon bicchiere da soli senza essere alcolizzati? Dei fuochi d’artificio che spuntano dal terrazzo di casa da soli senza sospirare a quella persona che non c’è?

SVEGLIA GENTEEE!!

Cioè, ma perché mi devi guardare con compassione perché sono single? Perché se compro una bistecca mi devi chiedere, ‘SOLO una?’. Perché se poi mi sposo e non ho figli mi devi guardare così come se ancora mancasse qualcosa? Ma ognuno una barcata di fatti suoi mai?

Mi dispiace per voi che pensate di aver raggiunto il top dopo 6 mesi di relazione e vi sentite nella posizione di insegnare agli altri come si dovrebbe essere. Mi dispiace per voi perché sentirsi soli in coppia è molto più pesante e più grave di sentirsi soli in alcuni momenti quando effettivamente si è soli.

E lo sfogo è finito!

Vi lascio con un’altra citazione, in cui mi trovo particolarmente, di Bukowski che per me è un gran poeta e tutt’altro che prettamente volgare come si vuol credere:

“Corrono come se avessero il fuoco sotto il sedere in cerca di qualcosa che non si trova. Si tratta fondamentalmente della paura di affrontare se stessi, si tratta fondamentalmente della paura di essere soli.
Invece a me fa paura la folla.”
(Charles Bukowski)

Annunci

2 pensieri su ““La solitudine è sofferenza maledetta non quando si è soli ma quando si ha il sentimento di contar niente per nessuno.” (E. Bianchi)

  1. Post molto bello. Mi sa che lo condivido sul mio blog! Condivido appieno che la solitudine è un’occasione meravigliosa per rimanere con se stessi. Grazie mille per gli spunti di riflessione. A presto. Buona continuazione ed in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...